Bella domanda! Perchè avere un sito? Se ti stai chiedendo perchè dovresti avere un sito significa che non sei ancora a conoscenza dei vantaggi che può ottenere una azienda ad essere presente sul web.
Ogni mese in Italia si collegano oltre 25 milioni di utenti e i dati sono in costatnte crescita.
Per chi non frequenta internet o comunque non ha ancora preso in considerazione questo mercato è corretto e legittimo porsi questa domanda. Le risposte al perchè “essere sul web” sono infinite ma cercheremo di fornire le più importanti.

Stairs-to-Success

E’ la base di partenza della tua attività.
Un sito internet comunica affidabilità e professionalità, i messaggi sono chiari e immediati.
Il sito web è il mezzo di comunicazione per eccellenza e permette la massima interazione con i propri interlocutori.
E’ dimostrato che prima di qualsiasi acquisto di prodotto o servizio il cliente si informa… ma dove se non su internet?

  • Chi è presente in internet ha sicuramente più vantaggi di chi non ci stà e non essere sul web significa far notare la propria assenza.
    Questo è un dato di fatto, esserci significa ampliare il proprio raggio d’azione e di conseguenza le possibilità di essere trovato. Avere un proporio sito può portare solo effetti positivi. Non va sottovalutato l’effetto di una mancata presenza di un sito aziendale in internet, siamo talmente abituati a trovare qualsiasi cosa nella rete che una azienda senza sito rischia di essere catalogata come retrograda e non aggiornata.
    E poi, guarda ai tuoi competitors, probabilmente hanno già un sito e i tuoi clienti prima o poi lo troveranno.
  • Essere in internet significa prestigio per l’azienda.
    E’ sicuramente un segno di distinzione importante. Si comunica affidabilità e si guadagna credibilità immediata.
  • Stimolare l’interesse dei propri clienti.
    Essere in internet significa stimolare l’interesse del pubblico, ed è per questo che sempre più le aziende inseriscono nei loro spot o affissioni il proprio indirizzo web.
    Pensiamo semplicemente alla moltitudine di prodotti che una azienda può vendere. Come pubblicizzarli? Uno ad uno? Con un sito web si presenta un’azienda nella sua totalità.
  • Commercio elettronico e-commerce.
    E’ la nuova frontiera del commercio, attraverso un sito web di tipo e-commerce è possibile organizzare un nuovo canale di vendita fornendo un sistema di acquisto facile e veloce.
  • Alto impatto visivo.
    Le possibilità offerte dagli strumenti web di oggi sono strabilianti, utilizzando una grafica appropriata è possibile realizzare pagine web con video, foto e animazioni per realizzare una vera esperienza multimediale ad alto coinvolgimento.
  • Visibilità ovunque e raggiungibile sempre, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno… giorni festivi inclusi.
    Un sito è uno spazio, una vetrina, un negozio sempre aperto che può essere visitato sempre, a qualsiasi ora del giorno e della notte, in giorni festivi o feriali in tutto il mondo, i confini vengono azzerati lasciando la massima libertà agli utenti.
  • Possibilità di aggiornamento in tempo reale.
    Un  sito dinamico è estremamente flessibile si può aggiornare in ogni momento da qualsiasi computer senza necessità di installare programmi specifici. Un pannello di controllo di facile accessibilità permette di modificare i contenuti direttamente dal front-end.
  • Per essere al passo con i tempi.
    Eh si, diciamolo pure, Il telefono e il fax non bastano più!
    Gli acquirenti chiedono sempre di più alle aziende se dispongono di un sito web dove consultare i cataloghi dei prodotti/servizi o comunque trovare informazioni su ciò che l’azienda offre.
    Raccontare in poche parole la propria azienda/attività è spesso difficile, un indirizzo internet è semplice e facile da ricordare e navigando tra le pagine il cliente troverà sicuramente ciò di cui ha bisogno.
  • Costo irrisorio rispetto ad altre forme di comunicazione.
    E’ un investimento sulla propria immagine e il costo è di gran lunga inferiore ad una pubblicità sulla carta stampata di un quotidiano, con una piccola differenza… il giornale si butta il giorno dopo!
Articoli collegati